Trezzano, doppio turno di riposo ma ambizioni alte. Contini: "Ci toglieremo le nostre soddisfazioni"

Trezzano, doppio turno di riposo ma ambizioni alte. Contini: "Ci toglieremo le nostre soddisfazioni"
06.10.2016 02:00 di Redazione Lombardiacalcio  articolo letto 63 volte
Fonte: Trezzano Calcio
(C) Trezzano Calcio
(C) Trezzano Calcio

Con il doppio turno di riposo dal campionato per il rinvio della gara contro il Verbano della 5a giornata e per la sosta da calendario nella 6a, approfittiamo per fare il punto su questo avvio di stagione con Marco Contini, al Trezzano dalla scorsa stagione e che, con i suoi 31 anni compiuti a luglio è il più "anziano" nella nostra rosa. 
Marco, a vederlo da fuori, l´impressione è che questo sia un campionato livellato verso il basso, nessuna squadra a punteggio pieno dopo 4 giornate e lo stesso Pavia che sembra faccia fatica a decollare, è così anche per te?

"Concordo, livellato al basso ma di conseguenza più equilibrato rispetto allo scorso anno in cui Varese e Legnano avevano allestito squadre per fare bene anche in D. Quest´anno vedo un girone difficile perchè tutte le partite saranno tirate, basta pensare a domenica scorsa che abbiamo battuto la 1a in classifica mentre sole 2 settimane fa pareggiavamo in casa con l´Accademia Pavese che ad oggi ha soli 2 punti".

Pensi che nemmeno il Pavia possa fare campionato a sè?

"Il Pavia non lo posso ancora giudicare, ha avuto una storia diversa dal Varese, meno tempo per allestire la squadra e budget risicato. Ne riparleremo a dicembre con i movimenti del mercato invernale".

Il Trezzano dal canto suo ha raccolto 7 punti in 4 giornate. E´ un giusto bottino o potevamo fare meglio?

"Penso che nella vita si debba sempre avere ambizione ed è così anche nel calcio, per questo dico NO, potevamo avere almeno 2 punti in più ed essere lì davanti. Stiamo lavorando comunque per fare un buon campionato, ma mentalmente non tutti hanno ancora dato il massimo".

Dove vedi margini di miglioramento?

"Diciamo che dobbiamo migliorare in fretta sotto il punto di vista della cattiveria (sotto porta) e dell´agonismo durante tutta la partita. Alcuni ragazzi devono riuscire a tirare fuori quel carattere che ci farà fare il salto di qualità. Il gruppo è fantastico, sicuramente perfezionando questi aspetti ci toglieremo, secondo me, delle belle soddisfazioni".

Guardando più da vicino quello che è il reparto che guidi, ovvero la difesa: come si sta comportando fino ad ora?

"Storicamente per il Trezzano la difesa è sempre stata un punto di forza e voglio che continui ad esserlo anche quest´anno; 3 gol subiti in 4 partite sono tanti, è vero, ma per il modo in cui sono arrivati sono fiducioso per il futuro. Anche un´eventuale novità nel modulo non mi spaventerebbe perchè chiunque giochi è pronto a fare quello che il mister ci chiede.
Il ritorno di De Lucia poi sicuramente ci porta qualità e quantità ad un reparto già ottimale.