Garbagnate, si rivede la luce: tris al Bruzzano

10.11.2014 20:00 di Redazione Lombardiacalcio  articolo letto 975 volte
Fonte: paolo riva - garbagnate
© foto di Marcello Casarotti/TuttoLegaPro.com
Garbagnate, si rivede la luce: tris al Bruzzano

Era il 28 settembre 2014, un infinità: ben 42 giorni erano passati dall'ultima vittoria del Garbagnate Calcio. Molto è cambiato da allora: l'allenatore, contro l'Afforese c'era Belcastro mentre oggi De Luca, il campo, la vittoria contro i gialloblu era giunta al centro sportivo Le Querce questa al Comunale di Garbagnate, i marcatori. Tanto è cambiato, ma l'importanza della vittoria, ieri come oggi, rimane: forse oggi ancora di più dopo un periodo non facile in cui i granata di De Luca, tra la 5a e la 10a giornata, hanno raccolto solo 4 punti vincendo contro il Bruzzano e pareggiando contro l'Accademia San Leonardo.

Una vittoria, questa proprio contro il Bruzzano, che è passata da ogni giocatore, forse la prima e vera vittoria di squadra: un 3-1 conquistato grazie alle parate di Capparelli, protagonista di una parata su rigore quando il risultato si trovava sul 2-1, ma grazie anche alla solidità della linea difensiva Moretti, Cozzolino, Strano, Panariello sempre attenta alle offensive avversarie, sempre ordinata sia in fase difensiva che offensiva.

Tre punti che passano dalla freschezza di Paonessa e Di Maio, autore quest'ultimo del gol del 2-1, ma anche dal coraggio e dalla tenacia dei subentri Redaelli e Bosio; bottino pieno conquistato grazie ai “quattro” là davanti: Di Maio, Borghesi, Veneri e Pau sempre pronti a colpire ad ogni minimo spiraglio lasciato dalla difesa avversaria.

L'esperienza di Cocomazzi, ma anche il coraggio di Colombo e Meneghini ancora convalescenti dalle malattie stagionali, ma pronti a rispondere alla chiamata del Garbagnate Calcio; oltre a loro anche alla onnipresente pazienza di Paparusso, portiere di riserva ancora inutilizzato in campionato, ma sempre pronto e professionale alla chiamata del mister, anche solo per sedersi in panchina ad assistere al para-rigori titolare.

42 giorni: una quaresima passata a sperare di poter gioire di nuovo con la sola speranza di non attendere di nuovo così tanto per poter sperare nei tre punti. Domenica sarà trasferta contro l'Aldini: sarà fondamentale per tutti mantenere la calma e la concentrazione per poter proseguire sulla buona strada intrapresa, oggi, contro il Bruzzano